La città di Hue', si trova nel centro del Vietnam, su quello che nel secolo scorso, e' stato per qualche decennio confine tra il Vietnam del Nord e del Sud.. Il nome della città significa PACE e ARMONIA ed e' bagnata dal fiume dei Profumi. Hue' fu capitale dal 1802 al 1945, dapprima durante il Regno dei 13 imperatori della Dinastia Nguyen, e poi durante il periodo coloniale francese che termino' alla fine della seconda guerra mondiale. Il mezzo di trasporto piu' utilizzato e con il quale si puo' raggiungere il caratteristico mercato di Dong Ba, e' il Cyclo' che ricorda tanto la dominazione francese del secolo scorso. Il principale monumento cittadino, e' l'imponente CITTADELLA,  che fu edificata proprio dagli imperatori Nguyen, e al cui centro si eleva la sontuosa CITTA' IMPERIALE, con il Padiglione delle Cinque Fenici, il Palazzo della Pace Suprema ed il tempio dinastico The Mieu: grandiosi edifici disposti in un armonico succedersi secondo i principi sanciti dalla scienza geomantica cinese. Questa  Citta' Proibità e' stata costruita su modello di quella di Pechino, ma e' molto piu' piccola, tuttavia dal 1993, e' stata designata come patrimonio mondiale dell'umanità dall Unesco. LA BATTAGLIA DI HUE': A dispetto del suo nome pacifico e alla sua armonia , in questa città venne combattuta un'aspra battaglia dal 30 Gennaio 1968, notte del Tet, capodanno vietnamita fino al 3 Marzo, durante la guerra del Vietnam e vide impegnati i Vietkong e l'esercito NordVietnamita contro le forze statunitensi e l'esercito SudVietnamita. la battaglia rientrava nell'Offensiva del Tet, e inizio' con l'attacco delle forze nordvietnamite  che in un primo momento superarono la resistenza avversaria e occuparono gran parte della città. I reparti americani dovettero entrare in azione in massa e impiegare una devastante potenza di fuoco per riconquistare la città dopo violenti e prolungati combattimenti all'interno dell'area urbana. La vecchia città imperiale subi' ingenti danni nei combattimenti che terminarono dopo oltre un mese con la riconquista americana delle posizioni perdute nella fase iniziale. Nonostante il successo, in questa battaglia emerse lo sconforto e la sconfitta morale provocata dalla sorpresa iniziale e dalla lunga e dura resistenza delle forze comuniste in grado di infliggere pesanti perdite agli avversari meglio equipaggiati e di continuare a resistere ad oltranza per oltre un mese. Il film Full Metal Jacket di Stanley Kubrik racconta anche questa battaglia, e illustra molto bene la frustazione dei soldati Usa. Gli appassionati di cinema ricorderanno la lunga scena (ambientata in questa battaglia) dell'imprendibile cecchino capace di abbattere, uno alla volta, buona parte dei componenti di una squadra in azione, e che quando riuscirono ad abbatterlo, si rivelo' essere solo una ragazzina.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

LASCIA UN COMMENTO